Qualche tempo fa nell’agenzia di comunicazione di cui faccio parte, la Kubeitalia,  mi sono trovata di fronte ad un incarico  non molto semplice: mettere nero su bianco una sorta di history del marchio kubeitalia e spiegarne il concept che sta alla base.

logo-kubeitalia

La richiesta mi ha sorpreso, essendo io l’ultima arrivata nel team, ma anche entusiasmato!

A posteriori posso dire che non è stato poi così difficile risalire alla storia del marchio Kube grazie soprattutto alla collaborazione del team e inoltre anche se non lavoro da molto in questa agenzia tanto è bastato per essere riuscita a cogliere lo spirito e le caratteristiche che la contraddistinguono.

Chiaramente anche io come tutti di fronte ad un nuovo compito, magari mai affrontato prima, ho provato la tipica paura da foglio bianco…

E ora? Da dove inizio?

Beh , allora mi sono rimboccata le maniche e ho cominciato a scartabellare tra i miei libri, sul web, anche tra i miei appunti di università… e ho capito che dovevo cominciare dal principio e fare un po’ di chiarezza…

Cosa è un marchio???

Prendendo in prestito la definizione di Stefano Caprioli e Pietro Corraini contenuta in “Manuale di immagine non coordinata” : Il marchio è un segno che si imprime su qualcosa per definirne le proprietà. Marchio deriva da marka, voce germanica che significa segno. Segno deriva probabilmente da secare cioè tagliare. L’etimologia di segno rimanda ad un atto pratico, ad un gesto.

Il marchio è il processo; la forma del marchio una conseguenza del processo.

Il processo altro non è che una serie di azioni e ogni azione è dettata da un intenzione.  Infatti condizione necessaria per arrivare alla progettazione di un marchio o logotipo è quella di porsi un obiettivo e darsi un metodo una volta stabilite quali saranno le materie prime e gli strumenti da adottare…

 

E allora qual è stato il  processo alla base della progettazione del marchio Kubeitalia?

Nel caso di Kubeitalia il processo è dato da :

Le persone siamo noi, il team. ognuno con le proprie competenze dà il proprio contributo per rendere unico il lavoro del cliente; ma le persone siete anche voi i clienti senza i quali Kubeitalia non esisterebbe.

Le azioni sono costituite dal tipo di attività che Kubeitalia svolge sul territorio che si contraddistingue per l’atteggiamento con il quale l’agenzia si pone di fronte alle sfide e per il tipo di comunicazione

Quali sono le proprietà di Kubeitalia?

Bene, la nostra proprietà/caratteristica più importante è il problem solving,
la capacità di mettersi in gioco e accogliere le sfide anche quelle
più complicate e apparentemente irrisolvibili e di portarle avanti con determinazione. Alla Kubeitalia non ci si arrende finchè non si è portato a termine l’ obiettivo prestabilito e raggiunto il risultato….anzi di solito più di un risultato….

 

Cosa vuole comunicare Kubeitalia?

Ciò che kubeitalia vuole dire  e comunicare ai suoi clienti è evidente dai colori che sono stati scelti per il marchio:

blu, rosso, verde, giallo.

I colori in un marchio sono fondamentali perché attraverso i colori vengono veicolati messaggi ben precisi.

E noi vogliamo dire che Kubeitalia è:


Affidabilità, di un’azienda che opera nel campo da anni e che offre quindi ai suoi clienti un modesto bagaglio di esperienza;


Capacità di osare, audacia, voglia di sperimentare e di aggiornarsi sempre attraverso nuove tecnologie;

 

kubeitalia-verde

Crescita, perché un’azienda che pensa in grande per sé e per i suoi i clienti è destinata a diventare grande insieme a      loro;

 

kubeitalia-giallo

 

Ottimismo senza il quale non si va da nessuna parte! 😀

 

Devo dirvi che questo incarico, che vi dicevo all’inizio mi aveva spaventato un po’, mi ha invece anche fatto capire che sono fiera e felice di fare parte del team Kubeitalia!