La brochure, inizia a comunicare!

 

Avete voglia di comunicare un evento, la vostra azienda o un nuovo prodotto e non sapete come iniziare? La Brochure è uno dei principali mezzi di comunicazione che ha la capacità di dare quel tocco di eleganza in più al vostro messaggio.

 

Eh già, non servono lunghe pergamene di testo o ampi discorsi melodrammatici per trasmettere al meglio il vostro concetto,  questo straordinario supporto vi consente di suggerire l’essenziale e invitare all’azione il vostro potenziale pubblico attraverso un connubio di immagini, citazioni, testi e grafica gestiti in maniera tale da trasmettere la vostra identity.

 

Quando nasce la brochure?

Secondo fonti online  la brochure ha inizio intorno il XII secolo in Francia e Inghilterra e si sviluppa nel XIX secolo in tutto il mondo, per coprire l’esigenza commerciale di divulgazione di stampati a basso costo, rispetto ai volumi un tempo in commercio che riuscivano a proporsi solo ad un minor pubblico borghese e benestante. Il suo nome deriva dall’utilizzo della brossura, sistema di incollaggio low-cost della copertina su stampati che superano i 2 mm di spessore.

Oggi è comunemente utilizzata per elaborati costituiti da poche facciate, spesso sviluppate dalla presenza di pieghe che compongono la stravaganza del formato. In base alla tipologia di piega si può ottenere una diversa modalità di apertura e linearità della comunicazione.

 

Cosa serve per ottenere una buona brochure?

Come ogni supporto per mezzo stampa, esso, si compone di immagine, testo e grafica.

I tre elementi sono importantissimi e la loro qualità deve essere sempre ineccepibile per ottenere i massimi risultati.

 

Bisogna rivolgersi ad un’agenzia di comunicazione specializzata, in grado di poter offrire un ottimo servizio fotografico che renda vive le vostre immagini e le valorizzi attraverso accorgimenti grafici e con un copywriter che sappia dar voce, attraverso i testi, al vostro prodotto o servizio.

 

Ricordate con non è un foglio da dover colorare, lì dentro c’è la vostra azienda, c’è il vostro cuore e non è opportuno risparmiare parte di questi tre elementi fondamentali, perché in assenza di uno di essi il valore comunicativo di questo supporto diminuisce.

 

Come si sviluppano i contenuti?

La disposizione della comunicazione è costituita da una copertina, essa deve trasmettere in maniera immediata l’energia e gli obiettivi da voi prefissati, contiene il logo, e un-pay off che sappia valorizzare l’immagine utilizzata. Essa può essere sia di tipo grafico, sia con una fotografia “emozionale” o con uno still life del prodotto.  Noi non vi suggeriamo di utilizzare troppi effetti e stravaganze grafiche che appesantiscono e distraggono.

Spesso un buon copy correlato ad una bella immagine riesce a centrare l’obiettivo.

 

Nella parte centrale della brochure, è necessario presentare la vostra comunicazione, riuscendo a predisporre il giusto quantitativo di testo e di foto e grafica per mantenere il giusto equilibrio della visione generale e rendere la lettura piacevole per il vostro possibile cliente.

 

L’utilizzo di troppo testo o troppe immagini tende o ad appesantire la visione o a non comunicare abbastanza.

 

Ricordatevi che la brochure deve saper presentare, non descrivere dettagliatamente; il contenuto deve poter trasmettere desiderio ed invogliare il fruitore a volerne sapere di più.

Per incrementare fiducia e divulgare la vostra realtà conviene sempre predisporre una breve descrizione dell’azienda… a chiunque viene il desiderio di sapere qualcosa in più del possibile venditore.

 

Il retro è la pagina che invita all’azione il cliente, quindi è importantissimo riproporre il logo e i diversi riferimenti aziendali.

 

Riassumendo… Perché utilizzare la brochure?

La brochure è il mezzo di comunicazione che crea prestigio e desiderio, riesce a condividere il segno distintivo della vostra offerta e lascia una traccia tangibile della vostra presenza… Perché farne a meno?